Simav. Comunicato sindacale

Dimensione font:

Comunicato Sindacale SIMAV

In data 30 marzo u.s. si è tenuto, presso la sede di Assistal di Roma, l’incontro tra le segreterie Nazionali eTerritoriali Fim Fiom Uilm, coordinamento RSU e la Direzione aziendale di Siram e Simav per una informativa sull’andamento aziendale.

L’ Amministratore Delegato di Siram, Frèdèric Van Heems, dopo aver riconfermato la volontà di Veolia nel voler investire in Siram, ha illustrato le strategie previste dal piano industriale 2015-2018 in cui Simav rappresenta un elemento strategico per il rilancio del Gruppo nel settore “Industria e Infrastrutture”.

L’ AD ha evidenziato che per il consolidamento e lo sviluppo delle aziende di tutto il Gruppo, sarà però necessario continuare nell’azione della riduzione dei costi fissi di struttura e questo riguarda la anche la controllata Simav.

F. Van Heems ha inoltre annunciato che, sulla base della previsione di chiusura in perdita del bilancio anno 2015 di Simav (- 6Mil. di euro) ed a seguito della recente perdita dei contratti con Ansaldo Sts e della riduzione di attività su ADR, è stato quantificato un esubero pari a 50 lavoratori.

In particolare sulle attività ADR la società ha comunicato la scelta di ricercare partnership che consentano una gestione più definita di un’attività non proprio tradizionale e centrale della mission di Simav.

Il nuovo A.D. di Simav, Ing. Antonio Gianni, ha invece rappresentato le linee guida del piano di rilancio articolato attraverso le divisioni della Difesa, Infrastrutture ed Industria (Finmeccanica).

La Direzione aziendale ha comunicato di aver già instaurato una nuova interlocuzione con Finmeccanica per il consolidamento delle attività in essere e l’acquisizione di nuove.

Il management di Simav ha dichiarato che, per poter competere con successo nella partecipazione delle prossime gare, occorrerà migliorare sia il servizio che il prezzo di offerta.

L’ing. Antonio Gianni, ha quindi annunciato una serie di interventi per verranno messi in campo per ridurre i costi generali ed un intervento per ridurre il costo del lavoro senza però chiarirne i particolari.

Le OO.SS. ed il Coordinamento nazionale pur apprezzando la presenza all’incontro, dei massimi vertici aziendali di Siram, hanno stigmatizzato l’ennesimo cambio di AD di Simav, al tempo stesso valutando positivamente, la dichiarata volontà di voler continuare ad investire nella società, anche attraverso la ricapitalizzazione che sarà necessaria a fronte delle perdite registrate con la chiusura del bilancio 2015.

Le Segreterie Nazionali di Fim-Fiom-Uilm hanno evidenziato alla delegazione aziendale le priorità con le quali la società dovrà misurarsi a partire dalla vicenda Simmec, che in ogni caso sarà necessario affrontare e risolvere, visto anche il momento particolare del mercato Finmeccanica che può diventare un’opportunità da cogliere con scelte chiare e credibili.

Le organizzazioni sindacali hanno inoltre ricordato le responsabilità delle scelte sbagliate e della cattiva gestione del precedente management che negli ultimi quattro anni si sono succeduti alla guida della società, nonostante le sollecitazioni e le richieste di discontinuità avanzate dalle Organizzazioni sindacali nel corso degli anni.

Il Coordinamento sindacale ha fatto recedere la Direzione aziendale dalla decisione di voler procedere con l’avvio della procedura di mobilità, a fronte di una disponibilità a confrontarsi per verificare le condizioni per un accordo per la gestione degli esuberi dichiarati e sul costo del lavoro.

Il Coordinamento ha convenuto, in attesa dell’incontro già programmato per il prossimo 7 aprile, di dichiarare lo stato di agitazione.

FIM FIOM UILM NAZIONALI

Roma, 4 aprile 2016

Attachments:
FileFile size
Download this file (SIMAV-nazionale.pdf)SIMAV-nazionale.pdf66 Kb

Calendario Iniziative

Tesseramento

3- Locandine tesseramento 2020624 - Locandine tesseramento 2020

3- Locandine tesseramento 2020

 

 

 

 

Campagne Fiom Lombardia

Tag Cloud